lunedì 14 novembre 2011

Circolo PD Scandale: Grazie al Sen. Musi per l'impegno. Ritorniamo alla politica del fare!


Apprendiamo con rammarico delle dimissioni del sen. Adriano Musi che con impegno e dedizione ha cercato di risollevare un partito democratico calabrese ormai allo sbando, fatto di personalità che occupavano il potere amministrativo ormai da anni convinti di accentrare tutto e decidere in maniera autonoma, e dalle proprie posizioni, le sorti del partito. Si tratta degli stessi soggetti che ancora oggi, sempre dalle loro posizioni istituzionali, si autoconvocano per risollevare le sorti del partito. Ecco noi vorremmo dire a queste persone che la leadership per essere duratura e credibile deve nascere in maniera naturale e non dettata dall'alto o in virtù delle postazioni di autorità che si occupano. Riteniamo e ne siamo convinti che la strada da percorrere per costruire un partito democratico calabrese sia quella di trovare una sintesi di quei valori comuni e unificanti capaci di spiegarci le ragione per cui stiamo insieme e non di andare nella direzione delle divisioni e dello scontro interno fatto su i nomi e non su programmi e idee. Siamo spettatori della più grave crisi economico finanziaria dall'Unità d'Italia ad oggi e riteniamo che il partito democratico rappresenti l'unica via di uscita da questa situazione di empasse, ma a condizione che le nostre proposte, idee, valori ed energie sappiano raggiungere quella parte dell'elettorato ancora indeciso e quindi in questa fase, soprattutto in calabria, i dirigenti tutti del partito democratioco devono dimostrare un elevato senso di responsabilità, anche un passo indietro per permettere la nascita e la crescita di una nuova classe dirigente credibile e competente. Le dimissioni del sen. Adriano Musi arrivono alla vigilia del congresso che doveva essere la prova che i democratici calabresi erano riusciti a formare una nuova classe dirigente all'altezza della aspettative, e che invece vede riproporre le stesse persone che, terminato l'anno sabatico, ritornano per riprendere o riconfermare le proprie postazioni di potere. Come dirigenti della locale sezione del PD di Scandale troviamo sia sterile la proposta di chi vorrebbe cambiare tutto per non cambiare nulla e ci autodeterminiamo convocando il congresso di circolo chiudendo qui il tesseramento. Tesseramento che vede rinnovate oltre 80 delle 106 tessere del 2010 e grazie alla “politica del fare” da noi esercitata, abbiamo avvicinato altre persone nuove a quella che è la vita di partito. Il nostro è un partito che dal 2009, con l'elezione di una segreteria giovane, è stato il motore di traino della politica a Scandale, siamo stati presenti a tutte le problematiche della nostra cittadina, lavorando sul campo, in piazza, confrontandoci con la gente e per questo ora diciamo anche noi “MO BASTA”, pretendendo una discussione a livello regionale e provinciale seria e fatta su idee e proposte e che prescinda dagli accordi di quella politica vecchia e statica.

CIRDOLO PD SCANDALE

giovedì 10 novembre 2011

Sulla (PD): “La Giunta regionale risponda a tre semplici domande invece di fare chiacchiere”


“Sulla vicenda delle royalties per Crotone, sono disposto a un pubblico confronto con la vicepresidente della Giunta regionale Antonella Stasi. Come, dove e quando lei ritiene”. Lancia questa proposta il consigliere regionale del Pd Francesco Sulla. “Quanto sull’argomento dovevo dire - aggiunge - l’ho detto. Ed a supporto dei miei molteplici rilievi ho allegato ampia documentazione. Sarebbe necessario, tuttavia, aldilà delle chiacchiere, che la Giunta regionale rispondesse a queste tre semplici domande alle quali sono interessati le amministrazioni comunali ed i cittadini della provincia di Crotone: 1)le tanto blaterate iniziative della Stasi e della Giunta Scopelliti quante risorse aggiuntive porteranno a Crotone? La mia risposta è: zero! 2)Arriveranno o no, almeno i 64.520.396 euro a valere sui fondi europei previsti nell'accordo sottoscritto dalla Giunta Loiero con i Comuni costieri della provincia di Crotone? La mia risposta è: no! 3) Sarà mantenuto l'impegno, assunto dalla Stasi il 18 luglio scorso, per erogare i fondi che sono già nelle casse della Regione e che appartengono ai comuni del Crotonese almeno entro la fine dell'anno? La mia risposta, anche qui, è negativa”. Conclude il consigliere regionale del Pd: “La tiritera sulle imprese di famiglia e sugli imprenditori non la faccia a me la dottoressa Stasi. Chi ha avuto modo di confrontarsi con il sottoscritto, e lei in passato lo ha fatto più volte, peraltro con pubblici apprezzamenti, conosce bene il rispetto e la considerazione che nutro nei confronti dell'imprenditoria sana. Soprattutto per quella che utilizza il meno possibile, o almeno con meno disinvoltura possibile, i rapporti politici”.

martedì 8 novembre 2011

PD CALABRIA: BELCASTRO, PRESTO I CONGRESSI CON REGOLE CERTE

Svolgere al più presto possibile i congressi e celebrarli secondo regole precise e condivise. È questo il leit motiv che accompagna tutti gli incontri del Partito Democratico che si stanno tenendo in Calabria nell’ultimo periodo.
Non è più rinviabile l’elezione democratica degli organismi del Partito, senza i quali è difficile programmare e gestire l’attività politica di una regione come la Calabria che di politica, quella intesa come servizio alla collettività, come arte di governare la società, ne ha un grande bisogno.
È giunto il momento che le contrapposizioni lascino il posto al dialogo, bisogna mettere da parte le differenze e in nome di un PD unito, si lavori affinché anche in  Calabria il Partito Democratico dimostri di essere quel grande partito nazionale che si accinge a governare la nazione, nel non facile compito di rimettere in piedi l’Italia del postberlusconismo. Ma i grandi partiti si distinguono proprio per la loro capacità di mettere al centro della loro attività il bene comune, e allora al di là del normale confronto dialettico, costruttivo e normale in ogni regime democratico, il Partito Democratico deve saper far tesoro degli scorsi risultati amministrativi. Nei comuni in cui non si è riusciti a trovare una sintesi, dove più alta è stata la litigiosità, dove a prevalere sono stati i personalismi e le logiche delle aree, è arrivata, dura e inesorabile la sconfitta. Con orgoglio allora credo che il modello Crotone debba essere esportato in tutta la regione come esempio di unità e soprattutto di responsabilità a vari livelli: il parlamentare Nicodemo Oliverio, il consigliere regionale Francesco Sulla, i vari livelli provinciali e comunali del PD hanno dimostrato di avere tutti un unico obiettivo, contribuendo di fatto ad unire tutte le anime del Partito e ottenendo il miglior risultato possibile: l’unica vittoria del centrosinistra tra i vari capoluoghi di provincia calabresi.
Vorremmo allora che questo modello animasse gli animi di tutti i democratici affinché si celebrino congressi animati da una sana competizione tutta tesa a migliorare e consolidare il Partito che ha bisogno di rinascere con regole certe e partecipate da tutti, schiudendosi alle forze più giovani e aperte che sono già pronte per proiettare il PD del futuro in una dimensione nuova e più moderna.


PARTITO DEMOCRATICO Crotone
Il Coordinatore Provinciale
Nicola Belcastro

martedì 1 novembre 2011

In 25 dalla Provincia di Crotone a "Finalmente Sud!"


Sono stati 25 i giovani della provincia di Crotone presenti a Napoli, ai primi due giorni di formazione della Scuola Politica del Partito Democratico “Finalmente Sud!” che avrà la durata di un anno e l’obiettivo di formare 2000 giovani provenienti dalle regioni del Mezzogiorno (Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata, Campania, Molise, Abruzzo). Un progetto ambizioso e innovativo quello del PD che è il primo partito in Italia a dimostrare la consapevolezza e il bisogno di un cambiamento nel panorama politico nazionale. Tanto l’entusiasmo e soprattutto tanta la voglia di intraprendere un cammino guidato capace di consolidare la formazione di quei giovani che sentono forte dentro di loro la passione per la politica, per quella politica sana e a servizio del Paese di cui l’intera società ha bisogno. Si sono vissuti momenti di approfondimento delle sei aree tematiche che verranno sviluppate nella scuola (Ambiente, Cultura, Istituzioni e Pubblica amministrazione, Istruzione, Sviluppo e Lavoro, Welfare), durante le quali i partecipanti della Provincia di Crotone hanno dimostrato preparazione e intraprendenza interagendo in maniera attiva con interventi pertinenti e qualificati. Ma momenti belli e particolarmente toccanti sono stati quelli vissuti in plenaria, di natura più squisitamente politica, durante i quali gli interventi del segretario nazionale, Pierluigi Bersani, e della presidente, Rosy Bindi, hanno di fatto riconosciuto nei duemila giovani del Sud la futura classe dirigente del Partito Democratico.
L’esperimento di Scuola Politica e del progetto “Finalmente Sud!” verrà poi proposto anche ai giovani del resto d’Italia, anche se ora il Partito ha deciso di partire dai giovani del Mezzogiorno perché è in quella parte del Paese che urgono idee e forze nuove, per far ripartire il Sud che è la parte dell’Italia che maggiormente stenta a ripartire ma è anche quella parte senza la quale l’Italia non potrà tornare ad essere la protagonista dell’Europa. Tante le testimonianze significative di impegno e di legalità tra le quali spiccano quella di mons. Giancarlo Maria Bregantini e quella di Peppe Pagano di Libera. Ma da sottolineare è senz’altro l’atmosfera che il gruppo crotonese ha saputo creare, un’atmosfera fatta di entusiasmo, passione, coinvolgimento ma soprattutto confronto sia tra i membri del gruppo che con i numerosi giovani democratici incontrati a Napoli. Unanime tra i partecipanti il giudizio positivo sull’esperienza, sulla quale ognuno, nel viaggio di ritorno ha espresso il proprio parere. Entusiasmo ed ottimismo si respiravano tra i crotonesi di ritorno a casa, consapevoli che la fase del cambiamento è inevitabilmente iniziata e che presto anche i giovani potranno contribuire in maniera fattiva alla crescita del Partito Democratico e dell’Italia intera.

venerdì 28 ottobre 2011

Intimidazione a Belcastro: la solidarietà del Partito Democratico Provinciale

Condanniamo con forza l’atto compiuto ieri sera da ignoti ai danni del sindaco di Cotronei e coordinatore provinciale del Partito Democratico, Nicola Belcastro, al quale sono state tagliate le gomme della propria automobile parcheggiata nei pressi del palazzo comunale di Cotronei.
Tali atteggiamenti, che di certo non appartengono alla parte più sana della società, quella che rispetta le regole e vuole vivere nella legalità, sono la degenerazione di soggetti disonesti e corrotti che solo con le maniere violente credono di poter ottenere quello che la giustizia non gli concede.
Con la stessa forza con cui condanniamo la violenza, manifestiamo all’amico Nicola tutta la nostra vicinanza, convinti che non sarà l’atto ignobile di gente che non riesce ad esprimersi e ad emergere civilmente nella società, a fermare la sua opera amministrativa e politica, tutta tesa all’affermazione della legalità in una terra dove non possono essere gli onesti a pagare il prezzo di un’illegalità diffusa che va assolutamente arginata per ridare alla Calabria la speranza di un futuro libero.
L’esperienza e la forza di Nicola sapranno supportarlo anche in questo momento, caratterizzato di certo da turbamento e da sconforto, che senz’altro abdicheranno presto al coraggio e alla fermezza di chi crede fortemente in quello che fa.


PARTITO DEMOCRATICO
FEDERAZIONE PROVINCIALE DI CROTONE 



COORDINAMENTO PROVINCIALE PD CROTONE

sabato 22 ottobre 2011

PD: CALABRIA, PROROGATA DATA SCADENZA TESSERAMENTO

Il termine di scadenza del tesseramento 2011 al Partito Democratico, in Calabria, e’ stato prorogato. Lo hanno comunicato, con una lettera indirizzata ai segretari di circolo della regione, il commissario del partito, Adriano Musi, ed il responsabile dell’organizzazione, Giovanni Puccio. “Viste le richieste che ci sono pervenute dai circoli territoriali di prorogare la data di scadenza del tesseramento 2011, fissata per il 22 ottobre prossimo – si legge nella lettera - per garantire la più ampia partecipazione e dare l’opportunità a tutti gli iscritti di poter rinnovare la tessera al Partito e, nello stesso tempo, creare le condizioni per poter favorire le nuove adesioni, il tesseramento 2011 è prorogato. Con il regolamento congressuale comunicheremo la nuova data di scadenza. La fase politica richiede ad ognuno di noi – si legge ancora - di esercitare con consapevolezza e responsabilità le proprie funzioni nel rispetto delle regole ed aiutare il percorso di ricostruzione del Partito Democratico garantendo a tutti diritti e doveri. Chi sceglie di aderire e di condividere i valori ed i principi che devono essere prioritari nel nostro agire politico, - concludono Musi e Puccio - costruisce quel senso di appartenenza che è alla base della credibilità di ogni soggetto politico”.

venerdì 21 ottobre 2011

L’Unione Europea è una risorsa per il presente ed il futuro dei nostri territori

Una delegazione del PD Crotonese in visita al Parlamento Europeo

Una delegazione del PD Crotonese ha partecipato al workshop che si è tenuto a Bruxelles su Politiche e Strumenti Europei per la sostenibilità. Workshop organizzato dall’On. Andrea Cozzolino, Parlamentare Europeo, con l’obiettivo di informare amministratori locali e dirigenti del Partito Democratico Calabrese sui temi e sulle direttive europee riguardanti l’Eco-Innovazione, tema che diventa sempre più necessario per il futuro dell’intera Europa e del Mondo. Tanti i partecipanti provenienti da ogni realtà calabrese. Della nostra Provincia erano presenti il Consigliere Regionale del Partito Democratico l’On. Francesco Sulla, Giuseppe Dell’Aquila, Antonella Giungata, Michele Fallico, Tommaso Blandino e Lorenzo Oliveti. Il corso, commentano i partecipanti, è stato di alto profilo, consentendoci di venire a conoscenza ed approfondire ulteriormente quello che, nel periodo di programmazione comunitaria 2007-2013, sono le attività prioritarie per l’Istituto Nazionale del Commercio Estero (ICE) presente a Bruxelles, che più ci riguardano da vicino: Ricerche e Sviluppo Tecnologico; Sistemi Energetici Sostenibili; Governance Ambientale, brillantemente forniti tramite il programma Life+, ed i Gemellaggi Amministrativi. Un occasione, insomma, che ha messo in risalto quanto le politiche in materia di sviluppo innovativo che guardino alla sostenibilità ambientale siano più che mai necessari ed essenziali per il futuro del nostro territorio, nonché, se applicate in maniera precisa ed seria, queste possono essere risorsa di rilancio per tutte le nostre singole comunità. Questi progetti possono rafforzare le capacità nazionali e locali di “governo” dell’ambiente; trasferire Know how e tecnologie per la conservazione delle risorse naturali e la protezione delle biodiversità; promuovere la diffusione delle fonti rinnovabili e dell’efficienza energetica per ridurre i consumi di combustibili fossili nell’industria, nell’edilizia e nei trasporti. Tutte tematiche di straordinaria importanza, che sembrano però, non interessare del tutto la Giunta Regionale Calabrese, in quanto proprio durante le relazioni dei Ricercatori del Workshop si è venuti a conoscenza che la Calabria è l’unica Regione d’Italia a chiudere l’ufficio di rappresentanza a Bruxelles. Forse non è per i Calabresi ordine di primaria importanza, ma di certo se usato bene e con competenza, sarebbe per la Calabria una risorsa e non uno spreco, aiutando ad uscire dall’enpasse di fronte al quale ci troviamo sulla programmazione per l’utilizzo dei Fondi Europei riguardante il periodo 2007-2013.
Alla conclusione del corso i partecipanti hanno fatto visita alla sede del Parlamento Europeo. Un momento di forte confronto, utile alla formazione di una nuova classe dirigente che vuole rimanere al passo con i tempi ed i luoghi, per garantire alla nostra terra di riemergere e diventare sempre più Europea, perché il futuro passa attraverso l’Europa, e noi non possiamo più aspettare!

martedì 11 ottobre 2011

Assemblea PD sul caso ENI domani 12/10/2011 ore 18


Considerato il delicato momento che vivono sia la città di Crotone che l’intero territorio provinciale la Federazione del Partito Democratico ha inteso avviare una fase di discussione tra tutti i suoi iscritti.
A tal fine domani, mercoledì 12 ottobre, alle ore 18.00, si terrà presso la sede del PD, sita in via Panella n. 182, un’ASSEMBLEA DEGLI ISCRITTI AL PARTITO DEMOCRATICO nella quale si discuterà delle problematiche legate all’ENI. Scopo del Partito è quello di avviare una discussione ampia nella quale oltre all’analisi dei problemi sarà possibile avanzare proposte e possibili soluzioni per lo sviluppo dell’intera provincia.
All’incontro di domani prenderà parte una delegazione dell’Amministrazione comunale di Crotone.
Anticipatamente ringrazio per la presenza dei giornalisti che interverranno all’incontro e per lo spazio che vorranno dedicare all’iniziativa.
Cordialmente



PARTITO DEMOCRATICO Crotone


Il Coordinatore Provinciale


Nicola Belcastro

mercoledì 5 ottobre 2011

Il tesseramento prosegue fino al 22 ottobre

Il commissario regionale del Partito Democratico, sen. Adriano Musi, ha avviato la fase del tesseramento 2011 che terminerà il prossimo 22 ottobre. Al termine delle attività si procederà con la celebrazione dei congressi, in cui i circoli prima e la federazione provinciale poi, saranno impegnati in momenti di discussione e confronto, fondamentali per la crescita del partito. Si invitano quindi tutti i vecchi tesserati e i simpatizzanti che hanno voglia di impegnarsi all’interno del PD a recarsi presso la Federazione di Crotone e i circoli di riferimento per ritirare le tessere 2011. Radicare il Partito Democratico nel territorio, favorire la partecipazione, intervenire nelle decisioni è l’obiettivo del Partito per guardare alla politica con occhi nuovi e per realizzare finalmente un percorso di sviluppo per la nostra realtà. Il Partito Democratico si rivolge dunque ai tanti giovani e alle donne che hanno intenzione di collaborare e proporre idee nuove, di tutelare gli interessi delle fasce più deboli e a rischio di esclusione sociale e soprattutto a coloro che vorranno attivamente sostenere una proposta politica il cui impianto strutturale è basato sui principi cardine della promozione di una nuova politica per il lavoro, l’istruzione, la salute, l’ambiente, e il rispetto delle Istituzioni democratiche. Per avviare la fase esecutiva è convocata per domani 6 ottobre alle ore 18.30 presso la Federazione di Crotone una riunione con tutti i segretari di circolo per definire le procedure del tesseramento.

mercoledì 21 settembre 2011

Solidarietà a Carmine Vasovino

Condanno a nome mio personale e del Partito Democratico di tutta la provincia di Crotone il vile ed ignobile attentato perpetrato ai danni di Carmine Vasovino, sindaco di Scandale. Ancora una volta siamo costretti a registrare l’ennesimo gravissimo atto intimidatorio contro chi in Calabria fa il proprio dovere attraverso un forte senso di professionalità nel rispetto della legalità. Un atto criminale di fronte al quale è necessario reagire con la massima energia e determinazione per stroncare la spirale della violenza e dell’intimidazione con cui le forze criminali puntano a condizionare ed a inquinare la vita pubblica e privata calabrese. L’esortazione che sento il dovere di fare al Sindaco Vasovino è quella di andare avanti consapevole, per quel che mi concerne, della concreta vicinanza di tutto il Partito Democratico Provinciale su cui potrà contare sempre. Sono certo che la popolazione intera di Scandale saprà dimostrare al loro Sindaco tutto il suo affetto, stringendosi accanto a lui e condannando fermamente il vile gesto intimidatorio.

Nicola Belcastro - Coordinatore provinciale Partito Democratico